Il Training Autogeno

Il Training Autogeno, sperimentato dallo psicoterapeuta berlinese I. H. Schultz fin dal 1932, è una tecnica di autodistensione e di rilassamento profondo che consente, mediante l’apprendimento di una serie di esercizi sequenziali, di modificare tensioni corporee, dolorose e legate allo stress, rinnovando lo stato di equilibrio sia psichico che fisico. 
La frenetica corsa, le relazioni difficili, le emozioni negative, i conflitti esistenziali che possono caratterizzare momenti o periodi della nostra vita possono trovare nel Training Autogeno un valido supporto. 
Le indicazioni del Training Autogeno riguardano la prevenzione e il trattamento di tutti i disturbi da “tensione” e delle loro conseguenti manifestazioni sia a livello somatico che psichico. Ne sono un esempio l'insonnia, la cefalea, gastrite, gli stati di ansia e stress, l'ipertensione e molti altri.

A chi è rivolto?

A chiunque desideri potenziare le proprie prestazioni, sia fisiche che mentali, nel lavoro, nello studio, nello sport e nei rapporti con gli altri. Il Training Autogeno ha la funzione di far raggiungere alle persone una situazione di benessere fisico e psichico ed è praticabile ad ogni età. E’ rivolto anche a tutti coloro che hanno problemi di gestione dello stress, ansia, insonnia, cervicali, difficoltà di concentrazione, difficoltà nell’affrontare le incombenze quotidiane con determinazione, disturbi psicosomatici, e risulta un efficace strumento in più per affrontare i momenti di stanchezza e per migliorare le prestazioni personali.

Obiettivi:

- Ridurre lo stress intervenendo sulle varie tensioni muscolari
- Migliorare la funzionalità degli apparati cardiocircolatorio, respiratorio, muscolare
- Favorire la naturale regolazione del ritmo sonno-veglia
- Acquisire una maggiore conoscenza e sicurezza di sé
- Sfruttare al meglio le proprie energie
- Migliorare la concentrazione, la memoria, l’autocontrollo.   

Nella prevenzione

- Controllo e gestione dello stress
- Controllo delle reazioni emotive eccessive
- Autoinduzione di calma
- Autodeterminazione
- Introspezione  
- Miglioramento delle prestazioni mentali

Nello sport

Il miglioramento delle prestazioni è uno dei principali campi di applicazione del Training Autogeno e ormai sono molti gli atleti che lo utilizzano regolarmente, affiancandolo all’allenamento fisico. Tale tendenza è dovuta al fatto che, presupponendo un allenamento fisico ottimale, il fattore psichico, cioè l’atteggiamento interiore che si assume verso la prestazione, diventa determinante. Analizzando le cause degli insuccessi di molti atleti, si è potuto constatare che una delle ragioni principali è data da uno stato di tensione eccessiva. L’effetto del Training Autogeno sul miglioramento delle prestazioni è basato principalmente sull’eliminazione di errori e disturbi che pregiudicano l’esecuzione ottimale della performance. Le indicazioni specifiche sono:

- Difficoltà di concentrazione
- Contratture, agitazione, ansia alla partenza
- Incapacità di sfruttare al massimo le proprie possibilità
- Difficoltà a compiere i movimenti con scioltezza
- Difficoltà nel giudicare e gestire la situazione di gara
- Nervosismo generalizzato nei giorni e nelle ore precedenti la gara
- Insonnia prima della gara
- Sentimenti di inferiorità rispetto gli avversari
- Situazioni di stress psico-fisico
- Miglioramento delle prestazioni
- Rinforzo della motivazione all’allenamento
- Profondo e rapido recupero di energie
- Autodeterminazione
- Autocontrollo e autoinduzione di calma