Lo psicologo dell'età evolutiva

Lo psicologo dell’età evolutiva è un professionista in grado di comprendere come i bambini pensano, provano ed esprimono determinate emozioni, al fine di poter comprendere i motivi per cui si manifestano determinate difficoltà, disagi o sintomi.

Proprio come gli adulti, i bambini possono vivere dei momenti di difficoltà e di criticità che hanno a che fare con area specifiche della propria vita (ad esempio l’ambito scolastico, quello familiare, relazionale, domestico, etc.).

Nella consultazione psicologica e nel supporto psicologico con un bambino, lo psicologo dell’età evolutiva si avvale di strumenti tipici che possano facilitare l’emergere di contenuti sia verbali che non verbali necessari perché il professionista possa comprendere il mondo interno del bambino.

Generalmente, nello studio di uno psicologo dell’età evolutiva, troverete diversi materiali per disegnare e oggetti e giochi di diverso tipo (ad esempio bambole, animali, personaggi che rappresentino una famiglia, costruzioni, macchinine, oggetti di uso quotidiano come pentolini, piatti e posate, oppure il cellulare, giochi strutturati come i puzzle o il gioco dell’oca, ecc...).

Tutto questo per poter incoraggiare la massima collaborazione attiva ed espressione del bambino, perché possa sentirsi quanto più possibile a proprio agio e libero di esprimere emozioni, affetti, pensieri e sentimenti avendo a disposizione strumenti a lui famigliari e appartenenti al suo mondo.

Questi strumenti facilitano la comunicazione del bambino con lo psicologo dell’età evolutiva, infatti tanto più il bambino è piccolo tanto più manca la componente verbale nell’interazione col professionista, tanto più sarà necessario utilizzare altri canali di comunicazione, più congeniali che favoriscano l’emergere di contenuti e significati del mondo del bambino.

Nella consultazione psicologica è anche possibile che il professionista utilizzi, sia come mezzo comunicativo, sia come necessità di approfondimento, sia come strumento di indagine, dei test specifici il cui contenuto e le cui modalità operative potranno di volta in volta essere spiegate direttamente.

Lo specialista dell’età evolutiva riconosce l’opportunità e la ricchezza di un lavoro in collaborazione con le figure genitoriali, per cui si avvale dell’opportunità di effettuare dei colloqui in un’ottica di lavoro in cui condividere e lavorare su un obiettivo comune che ha a che fare con il benessere del bambino.