Perché chiedere un sostegno?

Nella vita di ogni individuo ci possono essere dei momenti nei quali la propria salute psicofisica risente di qualche fattore esterno o interno che non permette più all'individuo di reagire agli eventi come vi ha sempre reagito. In quei momenti e' importante saper riconoscere di avere una difficolta' e saper chiedere un aiuto professionale e competente a chi a' in grado di darlo.
Ricorrere ad una consulenza non significa essere “malati”, così come certi stereotipi culturali portano a pensare, ma essere consapevoli di  un disagio, che impedisce una vita soddisfacente, e al tempo stesso il desiderio di superarlo.
In questo senso chiedere un supporto è segno di forza, forza di guardarsi dentro, di riconoscere un problema e decidere di affrontarlo per recuperare il proprio benessere psicologico; un voler cambiare veramente, attivandosi per riappropriarsi della possibilità di essere felice, di vivere appieno la propria esistenza.    


Un sostegno psicologico può essere utile per:

- una crisi temporanea;
- ristabilire la propria autostima;
- uscire da situazioni di abuso e dipendenza;
- affrontare cambiamenti di umore che ci limitano.
- favorire la tendenza di ampliare e sviluppare le proprie potenzialità;
- conoscere meglio se' stessi;
- esigenze di orientamento;
- gestire e risolvere difficolta' nella propria rete di relazioni familiari;
- uscire da situazioni di stallo o di blocco;
- gestire situazioni ansiogene e di stress;

I cambiamenti nella nostra vita possono essere molteplici: il matrimonio, la genitorialita', l'elaborazione di un lutto o di una perdita, una separazione, il superamento degli esami, delle difficolta' finanziarie, il mutamento della situazione lavorativa, un incidente, una malattia e tanto altro e quindi può essere opportuno rivolgersi ad un professionista.
 
In generale quando un problema di qualsiasi natura tende ad aumentare di intensita' e di frequenza e non ci permette piu' di vivere la nostra vita e di fare cio' che normalmente siamo in grado di fare nella nostra quotidianita' e' opportuno rivolgersi ad uno psicologo. Sintomi fisici come ad esempio inappetenza o sregolatezza nel mangiare, disturbi del sonno, mal di testa, stanchezza eccessiva sono un campanello d'allarme a cui bisogna prestare attenzione.
Si puo' ricorrere allo psicologo anche quando si cerca un parere di un esperto della mente umana chiedendo informazioni e chiarimenti su tematiche di natura psicologica.